Notte prima degli esami

Roberto Di Veglia – Fotografo

Notte prima degli esami

– un progetto di storytelling fotografico –

In un blog dedicato alla scrittura cosa c’entra un fotografo? Io direi che c’entra per almeno due motivi: uno etimologico, fotografia viene dal greco e letteralmente significa “scrivere con la luce”. Il secondo è che con le immagini possono essere scritte delle storie. Anche nei racconti per immagini vanno rispettate le regole tipiche del racconto. Va scelto un tema, un linguaggio, un filo conduttore ed un dipanarsi di una storia.

Nel caso specifico, nel progetto dal titolo “Notte prima degli esami”, ho voluto soffermarmi sullo stato d’animo di chi si trova a dover superare una prova, un esame. Tutto ciò che avviene prima. Perché l’esame, il momento in cui si misura il lavoro svolto, è una scadenza, uno snodo, un punto da cui ripartire verso la prova successiva. Il timore di non farcela è duro da gestire ma necessario. Giustifica le ore passate sui libri, il sacrificio, le rinunce. Rivivo queste sensazioni attraverso le mie figlie, riprovo con loro le stesse ansie e penso che in fondo per loro è solo l’inizio. Anche dopo lo studio si continua a dover superare esami. La vita stessa ci sottopone ogni giorno a prove per le quali è necessario essere preparati. Perché come diceva il grande Eduardo: “Gli esami non finiscono mai”

Precedente L’ammazzacaffè di Balestro – Chi non ha sognato mai il grande amore Successivo Radio1 Plot Machine - Labor omnia vincit

3 commenti su “Notte prima degli esami

  1. Io penso che un a foto a vovlte rappresenti gli stati d’animo meglio di quanto possono fare le parole. Se sono in bianco e nero, poi, riescono a raccogliere certe sfumature che a colori si perdono.
    E cosa meglio di un’attesa tira fuori le emozioni?

  2. Roberto Di Veglia il said:

    Da fotografo non dovrei che essere d’accordo.
    Tuttavia stiamo parlando di due diversi metodi di espressione, la cui efficacia dipende molto da chi li maneggia.
    Sulla diatriba colore/bianco e nero, è tema ricorrente nei dibattiti fotografici. E’ bello che ognuno abbia la sua idea.
    Grazie del commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.